Che cos’è e a cosa serve il Paracord?

paracord braccialetto sopravvivenza

Ultimamente sempre più spesso capita di imbattersi nel termine Paracord, vediamo insieme cos’è e a cosa serve questa particolare tipologia di corda.

Se siamo appassionati di campeggio o più semplicemente di attività da fare all’aperto, nel corso degli ultimi anni ci sarà sicuramente capitato di sentire o leggere la parola Paracord.

Chi è appassionato di bushcraft o è interessato al mondo dei prepping quasi sicuramente sa già di cosa stiamo parlando ma gli altri?

Vediamo insieme cos’è il Paracord, a cosa serve e quali sono i suoi utilizzi.

Cos’è il Paracord?

paracord braccialetto tavolo legno fibbia plastica

Paracord (o parachute cord) è il nome che viene dato ad un particolare tipo di corda da paracadute, proveniente dall’ambiente militare.

La struttura della corda è particolare: il Paracord si presenta come un cordino di Nylon composto da altri sette cordini intrecciati tra loro.
Questi cordini sono composti, a loro volta, da 7 fili di nylon ciascuno dotati di un diametro variabile tra i 3 millimetri (per il modello civile) e 4 millimetri (per quello militare).

La popolarità del Paracord all’interno del mondo consumer si deve al suo utilizzo nello spazio

Durante la STS-82, ovvero l’ottantaduesima missione dello Space Shuttle, l’istruttore Mark Newman ha ordinato agli astronauti impegnati nella passeggiata spaziale di effettuare una riparazione. Questa riparazione non era altro che la chiusura di una piccola falla sulla superficie del telescopio spaziale Hubble.

La riparazione è stata portata a termine in modo piuttosto curioso: la falla è stata occlusa utilizzando del cavo annodato (lo shuttle aveva a disposizione 10 metri di cavo) in un particolare modo.

Da quel momento in poi il cavo per paracaduti è diventato un materiale famoso, presente in molti kit di sopravvivenza ed emergenza sparsi in tutto il mondo. 

Il motivo di questa popolarità è presto detto: il suo utilizzo nella missione spaziale lo ha consegnato alla storia come uno strumento incredibilmente resistente e versatile, capace anche di riparare oggetti dal costo di svariati miliardi di dollari.

Quali sono gli usi del Paracord?

tenda cavi notte

Come abbiamo visto dalla storia sopra il Paracord può vantare una certa nomea come materiale duttile e versatile.
Nonostante dimensioni e peso ridotti, questa tipologia di cavo è in grado di sopportare fino a 250 kg di peso in agilità. 

Esso può sostituire lacci e stringhe, può essere impiegato al posto di funi per vele o per (come prevedibile) paracaduti, può essere sfilacciato per ottenere fili da pesca o esche per il fuoco e così via.
Se si riesce a sciogliere il Paracord attraverso il calore può essere utilizzato per tappare delle falle in contenitori e barili.

Tendenzialmente il Paracord è molto utilizzato per creare i cosiddetti braccialetti di sopravvivenza (survival bracelet in inglese) ed è spesso usato come accessorio ornamentale.

Solitamente tre o quattro metri di Paracord sono più che abbastanza per un intero anno di campeggio, basti pensare che la gente interessata al mondo del prepping ne consiglia 7-8 metri all’interno del proprio kit di emergenza.

Per conservare in maniera ottimale il Paracord, se non si conta di utilizzarlo durante il corso dell’anno, è utile passare della cera d’api su tutta la lunghezza del cavo.
La cera mantiene la corda intatta, proteggendo i fili interni da umidità e agenti atmosferici.

Quale Paracord va acquistato?

paracord anellino metallico fibbia plastica

In commercio esistono quattro diverse tipologie di cavo, tre di carattere civile ed una di carattere militare

I prezzi aumentano di pari passo alla categoria, oltre a diventare progressivamente più difficili da acquistare.

Il Paracord di tipo 1, ad esempio, ha un carico di rottura di 45 chili ed è filato con un solo filo. Tra i vari tipi di Paracord è quello meno costoso in assoluto.

Il Paracord di tipo 2 invece è meno comune ed è caratterizzato da un carico di rottura pari a 180 chilogrammi. Questo tipo di cavo è composto da un numero variabile di fili che vanno da quattro a sette, a seconda delle scelte operative fatte dal produttore.

Il Paracord di tipo 3 è invece quello più comune ed è il più popolare tra chi se ne intende di prepping, bushcrafting e campeggio.
Questo Paracord ha un carico di rottura pari a 250 chilogrammi ed è comunemente conosciuto come 550 Paracord.
Esso viene filato intrecciando da sette a nove fili di nylon diversi ed è piuttosto semplice da reperire.
Questo tipo di Paracord si compra a buon mercato, con una cifra media che corrisponde a 8 euro per 30 metri di cavo.Il Paracord di tipo 4 è molto particolare ed è di estrazione militare.
Ha un carico di rottura pari a 340 chilogrammi ed è composto da 11 fili diversi.
È particolarmente più costoso del cavo di tipo 3 ed essenzialmente è inutile per le esigenze tipiche del campeggiatore. Questo Paracord è difficile da acquistare ed è caratterizzato anche da microfilamenti di colore diverso. Comunemente è conosciuto con la sua sigla C-5040H.

Rispondi